Come individuare i problemi di indicizzazione del sito? Consigli utili

Quando si crea contenuto per il web, uno degli obiettivi primari è assicurarsi che esso venga indicizzato da Google. Tuttavia, a volte, nonostante il duro lavoro, le pagine rimangono eluse dai risultati di ricerca di Google.

Ma perché il contenuto non compare sul motore di ricerca? Come individuare i problemi di indicizzazione del sito? Perché non si indicizza? Se ti stai chiedendo come indicizzare una pagina su Google o come risolvere i problemi di indicizzazione del sito, questa guida può fare al caso tuo! Ecco alcune verifiche che puoi fare e alcuni consigli per indicizzare le pagine e agevolare anche il loro processo di posizionamento. 

Google Search Console: lo strumento diagnostico per i problemi di indicizzazione del sito

Google Search Console (GSC) è uno strumento vitale per i proprietari di siti web e i professionisti SEO, poiché fornisce intuizioni preziose e controlli su come Google interagisce e comprende il tuo sito web.

Come identificare i problemi di indicizzazione con Google Search Console? Per farlo ti basteranno pochi e semplici passaggi:

  • Accedi a Google Search Console e accedi con il tuo account Google.
  • Seleziona la proprietà (il tuo sito web) che desideri esaminare.
  • Vai alla sezione “Pagine” per vedere un rapporto dettagliato delle pagine indicizzate, errori di indicizzazione, avvisi ed esclusioni e pagine non indicizzati.
  • Errori comuni includono pagine bloccate da robots.txt, problemi di re-indirizzamento, URL non trovati (errori 404), errori del server (500) e accesso vietato (403).

Per le pagine bloccate da robots.txt puoi aggiornare il file per consentire l’accesso a Googlebot. Questo file si trova nella directory del tuo sito web e contiene le istruzioni che specificano quali parti del tuo sito web i robot possono o non possono accedere.

Hai inviato la sitemap?

Ora che le impostazioni sono a posto, prima di immergerti nella presentazione della sitemap, è fondamentale analizzare tre aspetti fondamentali del tuo sito web per un’indicizzazione perfetta su Google: qualità dei contenuti, collegamenti interni, pagine orfane.

  • Qualità dei contenuti: prioritizza la creazione di contenuti originali, utili e ben strutturati. I contenuti di alta qualità hanno maggiori probabilità di essere indicizzati e di posizionarsi in alto su Google.
  • Link interni: una solida struttura di collegamenti interni facilita il crawl e l’indicizzazione del tuo sito web da parte di Googlebot. Assicurati che altre sezioni del tuo sito si colleghino alle tue pagine e che siano facilmente accessibili tramite il menu di navigazione.

Procedi con l’invio della sitemap:

  • Una volta effettuato l’accesso a Google Search Console con il tuo account Google, seleziona la proprietà (sito web) per cui desideri inviare la sitemap dall’elenco delle proprietà.
  • Nel menu a sinistra, clicca su “Sitemaps”.
  • Nella sezione “Aggiungi una nuova sitemap”, inserisci l’URL della tua sitemap (es. sitemap.xml) e clicca su “Invia”.

Per scoprire nel dettaglio quali possono essere tutti i principali problemi di indicizzazione ti consigliamo anche di leggere con cura la guida redatta da Google che sicuramente può supportarti nel migliore dei modi nell’individuare e correggere eventuali problemi.

Architettura del sito semplice e funzionale per una buona indicizzazione

L’implementazione di un’architettura web semplice ma efficiente è fondamentale per garantire un’ottima indicizzazione sui motori di ricerca, in particolare su Google. Una chiave di volta di questo processo è fornire un’esperienza utente (UX) senza intoppi, la quale non solo migliora la soddisfazione dei visitatori, ma contribuisce anche significativamente all’ottimizzazione del sito per i motori di ricerca.

Una struttura web ben pensata agevola gli utenti nell’individuazione delle informazioni di loro interesse, favorendo un incremento della durata delle visite, una riduzione del tasso di abbandono e, potenzialmente, un aumento delle conversioni.

Per sviluppare un’architettura di sito efficace, è essenziale esaminare e analizzare la struttura attuale del sito, assicurandosi che sia organizzata in modo logico e che non presenti errori. In questo contesto, uno strumento estremamente utile è Screaming Frog SEO. Questo software permette un’analisi dettagliata del sito web, facilitando la visualizzazione della sua struttura e l’identificazione di eventuali problemi quali link non funzionanti, reindirizzamenti errati e altre criticità

Scrivere contenuti utili premia sempre: dall’indicizzazione al posizionamento

Google utilizza un robot di esplorazione, noto come Googlebot, la cui missione principale è esplorare la tua pagina e determinarne l’indicizzazione e il posizionamento all’interno dei risultati di ricerca. Ma come decide?

Entra in gioco il sofisticato algoritmo di Google. Mentre Googlebot raccoglie, l’algoritmo valuta. Esamina i dati, valuta la rilevanza e la qualità del contenuto e decide dove appartiene nel vasto mare dei risultati di ricerca.

Per posizionare il contenuto su Google, e non solo indicizzarlo, il tuo contenuto dovrebbe essere interessante per il tuo pubblico, essere in linea con la tua nicchia e idoneo all’argomento trattato.

Per questo quando scrivi un contenuto dovresti valutare di attenerti a caratteristiche quali:

  • Originalità: assicurati che il tuo contenuto fornisca intuizioni originali, una copertura approfondita dell’argomento e aggiunga un valore sostanziale rispetto ad altre pagine.
  • Affidabilità: il contenuto dovrebbe riflettere un alto livello di competenza ed essere presentato in modo affidabile. Assicurati che sia accurato e privo di errori di fatto.
  • Limita gli errori tipografici: gli errori possono influenzare la credibilità del tuo contenuto. Rileggi per garantire accuratezza e professionalità.
  • Parole chiave corrette: incorpora le parole chiave rilevanti naturalmente ed evita lo stuffing di parole chiave. L’uso di una varietà di termini correlati può anche migliorare le prestazioni SEO.
  • HN (H1, H2, H3, ecc.): Utilizza HN per strutturare il tuo contenuto, rendendolo più facile da leggere e navigare. Includere le parole chiave negli header può anche essere vantaggioso per il SEO.
  • Meta descrizione e titolo: Crea una meta descrizione e un titolo coinvolgenti che includano le tue parole chiave rilevanti. Questo non solo aiuta con il SEO ma incoraggia anche gli utenti a fare clic sul tuo contenuto.
  • Ottimizza il tuo contenuto con dati strutturati: per facilitare l’emergere di Rich Snippets nei risultati di ricerca di Google. Ad esempio: i formati come Q&A sono molto apprezzati se utilizzati con criterio; tuttavia, le applicazioni potenziali dei Rich Snippets vanno oltre questo. I dati strutturati comunemente impiegati includono Valutazioni Aggregate (valutazioni dei clienti), Breadcrumbs (visualizzazioni migliorate del percorso di navigazione) e dati strutturati pertinenti a Prodotti, Eventi, Domande/Risposte (Q&A) e Ricette.

Attenzione anche ai contenuti duplicati

La duplicazione è un errore significativo da evitare. Non solo le parole identiche, ma anche frasi simili possono causare problemi. Assicurati che il tuo contenuto rimanga unico e genuino, Google premia l’originalità. Verifica che il tuo contenuto non sia replicato altrove e offra una prospettiva fresca.

Copyscape è un verificatore di plagio che può aiutarti a garantire che il tuo contenuto sia originale e non duplicato da altre fonti. Inserisci l’URL della tua pagina o copia-incolla il tuo contenuto nella barra di ricerca di Copyscape per trovare eventuali casi di duplicazione sul web. Crea le prime bozze senza affidarti troppo a ciò che viene scritto da fonti esterne per un tocco autentico.

Migliora la tua reputazione digitale è essenziale per il posizionamento su Google

Se i tuoi contenuti non si posizionano bene o non vengono indicizzati, la tua reputazione può incidere molto sulla tua presenza sui motori di ricerca. Proprio come nella vita reale, dove la reputazione di una persona la precede, la tua reputazione digitale determina quanto autorevole, affidabile e rilevante appare il tuo sito web sia agli utenti che ai motori di ricerca.

E una parte significativa di questa reputazione si basa sui backlink. I backlink, spesso definiti come “link in entrata” o “link in arrivo”, sono hyperlink da un sito web a una pagina sul tuo sito web.

Per creare backlink di alta qualità:

  • Rendi il tuo contenuto condivisibile: per ottenere quei preziosi backlink, devi creare contenuti che le persone trovino utili, interessanti e degni di essere collegati. Investi tempo nella conduzione di ricerche originali, nella creazione di guide approfondite, nel disegno di infografiche accattivanti e nella produzione di video che catturano l’attenzione. Le persone vorranno condividere naturalmente il tuo contenuto, potenziando così il tuo profilo di backlink.
  • Utilizza Rankister: Rankister è una piattaforma che collega gli inserzionisti con editori di qualità, facilitando opportunità di contenuto sponsorizzato. Collaborare con Rankister può aiutarti ad acquisire backlink di alta qualità da siti rispettabili nel tuo settore.
  • Sfrutta i social media: anche se la maggior parte dei link sui social media sono no-follow (non trasmettono valore SEO), possono guidare traffico e portare a opportunità indirette di costruzione di link. Un articolo popolare condiviso su piattaforme social potrebbe attirare l’attenzione di blogger o giornalisti che poi lo collegano.
  • Tecnica Skyscraper: Trova contenuti popolari nel tuo settore, crea qualcosa di migliore e poi contatta coloro che hanno collegato il contenuto originale, chiedendo loro di collegare il loro contenuto al tuo.
  • Costruzione di link sui broken link: scopri link non funzionanti su altri siti web pertinenti al tuo contenuto. Contatta lo sviluppatore con un messaggio amichevole sul link non funzionante e offri il tuo contenuto come sostituto.

Una buona indicizzazione del sito è sicuramente alla base di un ottimo posizionamento, ma ricordati che per posizionare bene il sito sono importanti anche altre attività compresa una buona gestione dei contenuti e della link building.

Hai bisogno di qualcuno che ti supporti nella gestione della link building? Scopri il servizio di link building di Rankister!